martedì 9 aprile 2013

Pollo in pottacchio con patate



Ingredienti:

  • Un pollo ruspante
  • aglio
  • rosmarino
  • salvia
  • olio extravergine di oliva
  • vino bianco
  • del prosciutto oppure della pancetta
  • sale
  • pepe
  • patate







Questo è un classico della cucina tradizionale delle campagne marchigiane che solitamente si faceva per il pranzo della domenica perché la carne negli altri giorni era assolutamente un lusso e il soffritto si faceva con il lardo di maiale (del quale non si buttava niente) al posto dell'olio di oliva che scarseggiava (e qui potrei dire molte cose) e si faceva nelle pentole di alluminio, che è vero si che si attaccava tutto ma dava un sapore unico. comunque l'ingrediente principale è la buona carne che per mia fortuna ho modo di reperire.

Pulite e fiammeggiate il pollo lavatelo e tagliatelo in 16/18 pezzi facendo attenzione a non rompere troppo le ossa ma cercando di fare i tagli il più possibile sulle giunture per non lasciare delle schegge.
In una pentola antiaderente abbastanza larga da poter contenere il pollo senza sovrapporlo troppo, mettete dell'olio di oliva un'po di prosciutto tritato 4/5 spicchi di aglio in camicia leggermente schiacciati e fate soffriggere un'po; a questo punto aggiungete il pollo con la pelle rivolta sul fondo della pentola, salate pepate e fate rosolare, aggiungete un bicchiere di vino, fate evaporare poi il rosmarino e la salvia in foglie e fate cucinare con un coperchio. Siccome il pollo che ho usato è un autentico pollo ruspante è stato necessario aggiungere un bel bicchiere di acqua per terminare la cottura. A cottura ultimata fate rosolare bene da tutti i lati la carne rigirandola spesso. Con il fondo di cottura del pollo potete cucinare in un altra pentola delle buonissime patate.Buon appetito!







2 commenti:

  1. Ciao, complimenti per il nuovo blog. Mi sono unita ai tuoi followers. Un abbraccio, Elle

    RispondiElimina